skip to Main Content

The Monday

Settimanale di politica, economia, affari, finanza, cronaca giudiziaria&locale e investigation

il lunedì Video

3 Video

    Che scandalo, Tavares trasforma Mirafiori in un’azienda Cinese

    Stellantis Mirafiori guidata anch’essa da Carlos Tavares sembra essere giunta ad una scandalosa svolta. La produzione, a causa del crollo della domanda per Fiat 500e e per le auto di Maserati, è in continua discesa, trascinando dietro di se cassa integrazione e incentivi ad abbandonare il lavoro per i dipendenti dell’azienda. Sono proprio i dipendenti di Stellantis Mirafiori che sperano che la produzione di nuovi modelli si possa stabilire nella sede di Torino ma per adesso il gruppo automobilistico guidato dal CEO Carlos Tavares ha sempre smentito questa possibilità annunciando solo un investimento da 100 milioni di euro per portare una nuova versione di Fiat 500e con più autonomia e prezzo più basso.

    L’ultima indiscrezione pare però ancora più vergognosa perché fa emergere la possibilità che Stellantis Mirafiori possa diventare un centro di assemblaggio per Leapmotor, con la quale Tavares ha un’accordo per la produzione di auto cinesi.

    Probabilmente l’avvio della nuova produzione salverebbe lo stabilimento, snaturando però l’identità aziendale legata non solo alla famiglia Agnelli-Elkann ma anche all’Italia.

    Si trasformerebbe, questa pare sia la voce di corridoio più gettonata, in un centro di assemblaggio per produrre la nuova Minicar TO3.

    Alla finestra intanto il mercato dell’elettrico in Europa, che a causa di cosa, ancora non è chiaro, ha subito un duro colpo facendo crollare le vendite.

    Questo articolo ha 0 commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back To Top