skip to Main Content

The Monday

Settimanale di politica, economia, affari, finanza, cronaca giudiziaria e investigation

il lunedì Video

3 Video

L’UE apre a Kiev, Meloni: “L’Italia ha avuto un ruolo di primo piano”

L'UE apre a Kiev, Meloni: "L'Italia ha avuro un ruolo di primo piano"

L’UE apre a Kiev, Meloni: “L’Italia ha avuro un ruolo di primo piano”

L’UE ha deciso di aprire i negoziati di adesione con l’Ucraina e la Moldavia  e di concedere lo status di Paese candidato alla Georgia.

A opporsi all’adesione di Kiev all’UE Viktor Orban. che alla fine ha ceduto.

“Questa è una vittoria per l’Ucraina. Una vittoria per tutta l’Europa. Una vittoria che motiva, ispira e rafforza”, ha scritto su X il presidente Volodymyr Zelensky,  dalla Germania per una visita inattesa.

L’UE apre a Kiev, Meloni: “L’Italia ha avuro un ruolo di primo piano”

“L’adesione dell’Ucraina all’Ue è una decisione sbagliata e l’Ungheria non cambia la sua posizione,” Orban da Facebook ha frenato gli entusiasmi Ucraini aggiungendo però: “D’altra parte gli altri 26 hanno insistito e allora dovranno andare per la loro strada”.

Giorgia Meloni ha espresso “grande soddisfazione” per i concreti passi avanti nel processo di allargamento di Ucraina, Moldova, Georgia e Bosnia-Erzegovina:  “Si tratta di un risultato di rilevante valore per l’Ue e per l’Italia, dopo un negoziato complesso, in cui abbiamo giocato un ruolo di primo piano nel sostenere attivamente sia Paesi del trio orientale sia la Bosnia-Erzegovina e i Paesi dei Balcani occidentali”. Tra i primi ad esultare è stato anche il cancelliere tedesco Olaf Scholz. “Questi Paesi appartengono alla famiglia europea, è un segnale potente”, ha scritto su X. “Giornata storica! Contro ogni previsione, abbiamo raggiunto l’accordo”, gli ha fatto eco l’estone Kaja Kallas. “Sia l’Ucraina che la Moldavia hanno fatto il loro dovere e sono pronte a compiere i prossimi passi per entrare a far parte della nostra famiglia europea”.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top