skip to Main Content

The Monday

Settimanale di politica, economia, affari, finanza, cronaca giudiziaria e investigation

il lunedì Video

3 Video

Mancini, vince un europeo con una squadra mediocre che si monta la testa e perde le qualificazioni, subisce pressioni dall’esterno che lo costringono a dimettersi e finisce sotto il fuoco incrociato del popolino

Mancini, vince un europeo con una squadra mediocre che si monta la testa e perde le qualificazioni, subisce pressioni dall'esterno che lo costringono a dimettersi e finisce sotto il fuoco incrociato del popolino

Mancini, vince un europeo con una squadra mediocre che si monta la testa e perde le qualificazioni, subisce pressioni dall’esterno che lo costringono a dimettersi e finisce sotto il fuoco incrociato del popolino

Mancini, vince un europeo con una squadra mediocre che si monta la testa e perde le qualificazioni, subisce pressioni dall’esterno che lo costringono a dimettersi e finisce sotto il fuoco incrociato del popolino.

Stessa storia, stesso posto, stesso bar canterebbe Max Pezzali. Roberto Mancini non solo trionfa agli Europei con una squadra di mediocre livello facendo fuori gli avversari più ostili, perde le qualificazioni ai mondiali perché proprio quella squadra aveva preso la tangenziale per la luna, no, non solo, le ultime dicono che a seguito di pressioni da parte di Gravina, assoggettato agli Agnelli, il buon Roberto si è visto costretto a dimettersi per lasciare spazio probabilmente a Luciano Spalletti, che parliamoci chiaro ha dei crediti probabilmente con Elkann e compagnia cantante.

Un puzzle che vedremo presto montarsi da solo seguendo i movimenti degli allenatori, a meno che saranno così bravi da depistarci.

Ma questo è solo la punta dell’Iceberg di questo pezzo in cui mi rivolgo con tono accanito.

La vera feccia è il popolino che ha dato addosso a Roberto Mancini pur non essendo colpevole di nulla ma vittima del sistema.

Ancora una volta il popolino ha srotolato la lingua per affettare l’anima di un innocente. Costoro si definiscono persone buone ma sono la feccia della feccia.

Ecco, siamo di fronte all’ennesimo caso in cui il popolino difende barabba e chiede la crocifissione di Cristo. Una storia che si ripete e che si ripeterà sempre.

Mettetevelo in testa, il popolino, almeno la maggior parte non è buono.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top