skip to Main Content

The Monday

Settimanale di politica, economia, affari, finanza, cronaca giudiziaria e investigation

il lunedì Video

3 Video

Massimiliano Pampaloni Sindaco subito, la macchina ideata dall’Assessore Comunale Carmagnolese scala i mass media di tutta Italia

Massimiliano Pampaloni Sindaco subito

Massimiliano Pampaloni, Assessore Servizi Informatici e digitalizzazione, Igiene Urbana, Ufficio Relazioni con il Pubblico, Servizi Demografici, Sport, Urbanistica, Politiche Sociali si sta guadagnando pagine di giornali e spazi televisivi nei vari TG locali e nazionali grazie alla sua invenzione: ‘La tracciabilità delle feci dei cani’ grazie al DNA canino, prelevato dai campioni salivari, ai quali chiunque possiede un cane è obbligato tramite identificazione e registrazione, e non può dunque declinare tale sistema di prevenzione contro l’inciviltà di alcuni cittadini.

Il sistema di prevenzione ideasto da Massimiliano Pampaloni sta scalando non solo i mass media ma anche la legittimazione popolare, locale e nazionale anche qui e proietta dunque l’Assesore Comunale Carmagnolese nel grande palcoscenico politico d’Italia e forse anche più.

Gli scettici protestavano, i padroni degli animali dubitavano o peggio mormoravano contro tale meccanismo di prevenzione per tenere pulito il Comune, invece l’Assessore Pampaloni ha avuto ragione.

Pochi giorni fa è scoppiato il caso delle feci dei cani in Borgo Salsasio. Molti padroni degli animali in questione si sono tirati indietro dal raccogliere le deiezioni del proprio animale ed è qui che la macchina Pampaloni si è messa in moto.

Una macchina che vede punire tali trasgressori con un’ammenda pari a 500 euro per il possessore dell’animale e che vede obbligati tutti quelli che hanno con se uno o più cani a essere identificati e registrati tramite il prelievo di un campione salivare della bestiola al fine della traccibilità dellle deiezioni che ha un costo che si aggira intorno ai 150 euro.

Insomma Pampaloni ha fatto centro. Nulla da obiettare. Ci chiediamo se il modello ideato dall’Assessore scalerà anche le abitudini degli altri comuni sul tema in esame portando dunque Massimiliano Pampaloni ad essere al centro come artificiere sul tema.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top