skip to Main Content

The Monday

Settimanale di politica, economia, affari, finanza, cronaca giudiziaria&locale e investigation

il lunedì Video

3 Video

    Per Feltri non esiste il tradimento in una coppia, ma deve essere definito diversificazione

    Per Feltri non esiste il tradimento in una coppia, ma deve essere definitao diversificazione

    Per Feltri non esiste il tradimento in una coppia, ma deve essere definito diversificazione

    Per Feltri non esiste il tradimento in una coppia, ma deve essere definito diversificazione.

    Che alcuni personaggi debbano sollevarsi dalla poltrona davanti alla scrivania, raccogliere le proprie cose e lasciare il posto ad altri è un concetto che mette d’accordo molti intellettuali, che lo debba fare soprattutto il Direttore Editoriale di Libero penso sia una mossa congeniale per il progresso del paese nella sua totalità.

    Oltre a subirci le solite menate sessiste, xenofobe, deliranti di questo ormai antenato del giornalismo italiano, egli ci riempe la zucca di fesserie, dettate al solo scopo di difendere la propria reputazione.

    L’ultima sparata riguarda la regolamentazione della vita in una coppia.

    Secondo il Direttore di Libero tradire è una cosa normale in una coppia e non deve essere etichettato tradimento ma diversificazione. La teoria Feltriana deduce che dopo un primo step in cui l’attrazione sessuale all’interno della coppia è stimolante, dopo essa viene a mancare giustificando quindi il tradimento senza staccare i fili della relazione, che a quanto risulta a noi sarebbe un passo dovuto al cornificato.

    Invece Feltri adotta uno stratagemma comunicativo che però è facile da inchiodare al muro. Lui le chiama diversificazioni, in modo tale che il traditore la passi liscia e il partner tradito continui ad essere abusato da una relazione tossica in quanto si tratterebbe appunto di diversificazione e non di tradimento.

    Insomma Feltri delira, lo si può giustificare per il fisico ormai secco secco che pare quello di una biscia e per la sua età, ma fino ad un certo punto.

    Tutto ciò perché il Direttore ama non privarsi della propria moglie facendo quello che gli pare con le altre donne. Insomma una vergogna che da un Liberal Conservatore non ci aspetteremmo.

    Lo definiremmo più un Progressista Riformista Sessista e Maschilista.

    Detto ciò speriamo che la situazione non si ribalti, cioè che non sia Feltri vittima di queste diversificazioni, probabilmente non la prenderebbe benissimo.

    Questo articolo ha 0 commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back To Top