Home Il Lunedì Carmagnolese Vinto il ricorso al Tar per il Sagrato di San Bernardo, prossima...

Vinto il ricorso al Tar per il Sagrato di San Bernardo, prossima la comunicazione in Consiglio Comunale, scoppola per Legambiente ‘Il Platano’

5
0
Vinto il ricorso al Tar per il Sagrato di San Bernardo, prossima la comunicazione in Consiglio Comunale, scoppola per Legambiente 'Il Platano'

Vinto il ricorso al Tar per il Sagrato di San Bernardo, prossima la comunicazione in Consiglio Comunale, scoppola per Legambiente ‘Il Platano’

La giunta Gaveglio si è attivata per presidiare di nuovo il Consiglio Comunale dopo quattro mesi di assenza, la quale, con certezza, verrà difesa nell’introduzione della seduta.

Gaveglio e giunta tutta attendono di comunicare la vittoria al T.A.R. per il Sagrato di San Bernardo, collegato all’incapacità edificatoria di un area di Via Roma, sostenuta da alcuni cittadini.

Gaveglio nelle scorse settimane aveva già commentato così la vittoria: “Questa è una sentenza che attendevamo con trepidazione per poter dare definitivamente il via ai lavori di realizzazione del sagrato della chiesa di San Bernardo e alla messa in sicurezza dell’area che si affaccia su Via del Porto da Vicolo Gamma e via del Bruccio, tutto in parte finanziato con il ricavato della cessione dell’area di via Roma.”

Una vittoria che ci permettiamo di commentare, sostenendo che avrebbe dovuto aver un iter giudiziario molto più snello di quello andato in scena.

L’area in questione di Via Roma, per i quali alcuni cittadini hanno fatto ricorso, secondo noi, non è definibile come area verde. Non intrattiene i bambini in nessuna attività ricreativa nè da spazio agli anziani per ritrovarsi e stare insieme. Un’area morta la si può definire, dunque priva di qualsiasi ostacolo per essere ceduta a fini edificatori, per il quale il ricavato sosterrà le spese sopra menzionate.

Una sconfitta con le trombe per l’Associazione Legambiente ‘Il Platano’, che è riuscita a fare una figuraccia colossale difendendo un appezzamento di terra e cemento inutili pur di schierarsi contro la maggioranza e perdendo una somma considerevole di quattrini (circa 4.000 euro) per le spese processuali e quant’altro.

Facciamo i nostri complimenti a Legambiente che invece di preoccuparsi dell’attuale periodo di siccità collegato con l’insufficienza idrica e del fiume Po’ che versa in condizioni pietose, sindaca su un’affare che tanto tanto non gli appartiene. I nostri migliori complimenti.

 

Articolo precedenteTratto dal romanzo Dracula, di Giovanni Cugliari
Articolo successivoDRACULA di Giovanni Cugliari Cap 1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui